16Set

IL GIOCO ELLA DANZA | ROLF LISLEVAND, PAOLA ERDAS

Festival di Trieste | percorsi | Danze e Contraddanze

tiorba, chitarra barocca e clavicembalo

Auditorium del Salone degli Incanti, Riva Nazario Sauro 1, Trieste
Lunedì 16 settembre 2024, ore 20:30

* Fino al 4 Set 2024, alla Segreteria SdC | until Sep 4th 2024, at SdC office
Piazzetta Santa Lucia, 1 - Trieste
Tel +39 040 362408 - info@societadeiconcerti.net
Lun-Ven, 10:00 - 12:00 o chiamare o inviare mail per appuntamento
Mon-Fri, 10:00 - 12:00 or call or send email to arrange a date

* Dal 5 Set 2024, al FESTIVAL MUSIC CENTER | from Sep 5th 2024, at FESTIVAL MUSIC CENTER
Piazza Unità d'Italia - Trieste
Tel +39 366 4360026 - info@societadeiconcerti.net
tutti i giorni | any day

* PREVENDITA BIGLIETTI ONLINE / Online tickets sales
vedi sotto / see below

* BIGLIETTERIA LA SERA DEL CONCERTO / Box Office in the evening before the concert
Dalle ore 19.00 alle ore 20.15 presso il Salone degli Incanti

___________

CATEGORIE RIDUZIONI / Discounted Categories

  • Ridotto Soci SdC: Soci SdC (presentare la tessera). 
  • Under30 e Generali italia: Applicabile ai dipendenti e pensionati di Generali Italia, e a chiunque ha una età inferiore a 30 anni.
  • Ridotto altri: Applicabile agli abbonati alla Stagione Lirica e di Balletto 2024-25 del Teatro Verdi e agli abbonati alla Stagione 2024-25 del Teatro Stabile del FVG Il Rossetti.spettacolo ed altre convenzioni.

Rolf Lislevand, tiorba e chitarra barocca
Paola Erdas, clavicembalo

Programma

Due strumenti cugini, tanto diversi come aspetto, ma strettamente legati dalla magia della corda pizzicata, alle volte rivali, ma spesso amorosamente insieme.

In questo concerto Paola Erdas e Rolf Lislevand disegnano col suono due quadri che mostrano delle scene di ballo, uno ambientato in Francia e un altro in Italia.

Il primo ci mostra la Parigi della fine del Seicento, nel magico momento in cui il repertorio dei due strumenti si mescola, si confonde: il liuto, principe incontrastato negli anni precedenti apre il suo tesoro musicale al nuovo cortigiano, il cembalo, che ne assorbe lo stile, le sonorità, in un susseguirsi di forme di danza raffinate e al tempo stesso dense di passione. Un’evocazione sonora, nuova e antica al tempo stesso che ci riporta a rivivere le serate conviviali in cui si ritrovavano liutisti e cembalisti, a suonare, a bere un buon bicchiere di vino, a godere reciprocamente della loro incredibile musica.

Il secondo ha, ha contrasti più forti e si ambienta in Italia qualche decennio prima: un ritratto in cui lo stile di Caravaggio di chiaroscuri impressiona l’occhio e l’udito, svelando una fervente energia, in cui le danze si mescolano l’improvvisazione. In questa luce così ricca di suggestioni i due strumenti giocano e si scambiano i ruoli come nella Commedia dell’Arte.

Uno spettacolo che è come un gioco: intellettuale e ludico a un tempo, per la gioia di chi suona e il diletto di chi ascolta.

Il Gioco della Danza

Robert de Vizée
(c.1650 - Parigi 1725)

Suite en Sol Majeur

  1. Prelude
  2. Allemande
  3. Gavotte

François Couperin
(Parigi 1668 - Parigi 1733)

Les Sylvains

Perrine
(XVII sec.)

Pieces de luth en musique pour le jouer sur le luth et le clavessin
Allemande ou Tombeau de Mezangeau
Canarie

Robert de Vizée
(c.1650 - Parigi 1725)

Pièces en la mineur

  1. Prelude
  2. Mascerade
  3. Chaconne

Jean-Henry d’Anglebert
(1629 -Parigi 1691)

Pièces de Clavessin en Manuscrits

  1. Chaconne du Vieux Gaultier

Francesco Corbetta
(Pavia 1615 -  Parigi 1681)

Folies
Couplets de Chaconne

Alessandro Piccinini
(Bologna 1566 – Bologna 1638)

Toccata

Hieronymus Kapsberger
(Venezia ca.1580 - Roma 1651)

Canarios
Arpeggiata

Antonio Valente
(1520 – Napoli ca.1601)

Lo Ballo dell’Intorcia
La Romanesca con cinque mutanze

Alessandro Piccinini
(Bologna 1566 – Bologna 1638)

Chiacona

Biografia

ROLF LISLEVAND

Rolf Lislevand è nato a Oslo il 30 dicembre 1961. Dal 1980 al 1984 ha studiato chitarra classica presso l'Accademia di Musica di Stato di Oslo, successivamente ha frequentato la Schola Cantorum Basiliensis, in Svizzera. Si è poi perfezionato con Hopkinson Smith e Eugéne Dombois e ha proseguito la sua formazione con Jordi Savall, collaborando con Hespérion XX, La Capella Reial de Catalunya e Le Concert des Nations, e con Montserrat Figueras. A partire dal 1987 si è trasferito a Verona. Ha fondato il gruppo di musica antica “Ensemble Kapsberger”, con il quale dal 1993 ha registrato numerosi dischi, accolti in modo positivo dalla critica specializzata. La sua prima incisione, dedicato alla musica del Libro Quarto d'intavolatura di Chitarrone di Hieronymus Kapsberger è stato premiato con il “Diapason d’oro” (1994) e nominato “Migliore Disco di musica strumentale antecedente al 1650” al MIDEM, festival internazionale di musica antica di Cannes. La sua ricerca interpretativa vuole legare la ricerca musicologica e, dunque, l’esecuzione filologicamente accorta con l’attività creativa contemporanea, partendo dal presupposto che, secondo Lislevand, non è possibile ricreare perfettamente la prassi esecutiva del passato. I suoi progetti, dunque, propongono una re-interpretazione della musica del XVI e XVII secolo con nuove concezioni ritmiche, timbriche e legate all’improvvisazione.

Da diversi anni Lislevand prende parte a numerosi festival in Europa, negli Stati Uniti e in Oriente, esibendosi sia come solista sia come direttore. Dal 1990 è docente presso il Conservatorio di Toulouse, in Francia, e professore di musica antica a Trossingen, in Germania.

PAOLA ERDAS

Paola Erdas è cembalista dai molteplici interessi e dal repertorio ampio e poco convenzionale. Inizia gli studi con D.Petech e prosegue con K.Gilbert al Mozarteum di Salisburgo. Attiva anche nel campo della ricerca musicologica, pubblica per la Ut Orpheus di Bologna. I suoi sette CD solistici hanno ricevuto ampi consensi dalla critica internazionale e sono stati per la maggior parte registrati su preziosi strumenti storici. Molte le collaborazioni di Paola, interessata a spaziare tra i vari repertori e generi musicali e artistici in generale.

Con Su Cantu in sas Laras, spettacolo creato da Sergio Ladu incentrato sulla musica sarda, Paola si produce in veste di attrice e autrice di testi oltre che musicista. Con Claudia Caffagni esplora il repertorio medievale creando uno spettacolo sulla scrittrice Cristina da Pizzano e uno su Giovanna d’Arco. Con Daša Grgič è il progetto DIH-respiro sulla corporeità della musica e sul respiro della danza. Del 2021 l’inizio del sodalizio artistico con il jazzista Gavino Murgia con il quale crea lo spettacolo Il Vento tra le corde, affascinante crossover tra Medioevo e Jazz. Paola Erdas è co fondatore assieme ad Andrea Lausi del Festival Internazionale di Musica Antica Wunderkammer Trieste di cui è attualmente la Direttrice artistica.

Insegna Clavicembalo e Tastiere Storiche al Conservatorio Pedrollo di Vicenza. Nel 2020 pubblica per l’etichetta francese Hitasura l’ultima sua produzione solistica dedicandola alla Intavolatura de Cimbalo, Napoli 1576 di Antonio Valente.