Augustin Hadelich

3/12/2012, ore 20.30

  • Augustin Hadelich: violino
  • Charles Owen: pianoforte

 

Augustin Hadelich

img

"Con il suo fraseggio poetico e la sua strabiliante tecnica Augustin Hadelich è oramai una stella nascente della nuova generazione di violinisti.

Vincitore di un Avery Fisher Career Grant (2009) e di una medaglia d'oro del Concorso Internazionale di Violino di Indianapolis (2006), è lodato dalla stampa per il suo "bellissimo suono" (New York Times), per la sua "comunicazione poetica" (Washington Post), per la sua "tecnica agile e brillante" (The New Yorker),
e per la usa "intonazione perfetta" (Vancouver Sun).

Il suo sensazionale debutto con la New York Philharmonic diretta da Alan Gilbert al Bravo! Vail Valley Festival nel 2010 gli ha permesso di essere immediatamente invitato a suonare con loro ancora una volta al Festival Caramoor e Vail del 2011, e per i concerti in abbonamento nel 2013.

Questa stagione Augustin Hadelich debutterà con l'Orchestra Filarmonica di Paesi Bassi (Concertgebouw), RTÉ National Symphony Orchestra / Dublino, e l'Orchestre Philharmonique de Strasbourg. In Europa ha suonato con la Filarmonica di Helsinki, Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo, Staatsorchester Stuttgart, Dresden Philharmonic, Deutsche Radio Philharmonie / Saarbrücken e le orchestre da camera di Budapest, Colonia, Amburgo e Lucerna.

Finora ha già lavorato sotto la direzione di Alan Gilbert, Hans Graf, Giancarlo Guerrero, Miguel Harth-Bedoya, Günther Herbig, Yakov Kreizberg, Hannu Lintu, Juanjo Mena, Kazuyoshi Akiyama, Lionel Bringuier, Kazushi Ono, Peter Oundjian, Christof Perick, Vasily Petrenko , Christoph Poppen, Stefan Sanderling, Michael Stern, Yan Pascal Tortelier e Mario Venzago.

Dal'anno suo debutto negli Stati Uniti (2001) si è esibito anche con la Cleveland Orchestra, Los Angeles Philharmonic (all'Hollywood Bowl), Houston Symphony, la Baltimore Symphony, la Atlanta Symphony, la Cincinnati Symphony, Vancouver Symphony e le orchestre sinfoniche di Indianapolis.

Nel 2008 ha debuttato in Giappone con la Tokyo Symphony Orchestra e con un recital a Tokyo (Kioi Hall) e Osaka.

Ha registrato inoltre due CD per AVIE: "Flying solo", con Sonate di Bartók e Ysaÿe (2009) e "Echoes of Paris" (2011) con opere di Debussy, Poulenc, Stravinskij e Prokofiev; questo ultimo cd è stato scelto come Editor Choice per Gramophone (aprile 2011). Precedentemente aveva registrato l'integrale dei Concerti per violino di Haydn con la Chamber Orchestra di Colonia, presso l'etichetta Naxos.In recital si è esibito a Parigi, Tokyo e New York Carnegie Hall, Kennedy Center e presso la Vancouver Recital Society.

Nel 2010 ha tenuto un recital per la BBC (Sage, Gateshead) ed è stato invitato alla Wigmore Hall nel 2014. Come musicista da camera è stato invitato a partecipare al Festival di Marlboro, Ravinia, e Seattle.

Nato in Italia nel 1984, figlio di genitori tedeschi, Augustin Hadelich ha studiato alla Juilliard School. Suona il 1723 "Ex-Kiesewetter" violino Stradivari.

Augustin Hadelich è stato assegnato un Borletti-Buitoni Trust Fellowship nel 2011.

 

 

Charles Owen

img

Charles Owen inizia gli studi musicali presso la Scuola Yehudi Menuhin, con Tanyel Seta e continua poi la sua formazione presso il Royal College of Music, sotto la guida di Irina Zaritskaya.
Mentre frequenta il college, vince tutti i premi pianistici più importanti prima di terminare gli studi con Imogen Cooper.

Ha ricevuto la Medaglia d'Argento al concorso Scottish International Piano Competition (1995), ed è stato finalista nel 1996 al concorso London Philharmonic/Pioneer Young Soloist of the Year.
Nel 1997 ha vinto il prestigioso premio Parkhouse in collaborazione con la violinista Katharine Gowers.

Charles si è esibito in molte delle più importanti sale da concerto della Gran Bretagna, tra cui il Barbican, Queen Elizabeth Hall, la Wigmore Hall e la Symphony Hall, e a Birmingham.
A livello internazionale, si è esibito al Lincoln Center e alla Carnegie Hall di New York, oltre che al Musikverein di Vienna, al Louvre di Parigi, a San Pietroburgo e al Conservatorio di Mosca.

Charles ha inoltre collaborato con celebri orchestre tra cui Philharmonia, Royal Scottish National, English Symphony Orchestra, London Philharmonic, Lodz Filharmonia e la Moscow State Academic Symphony.
Ha inoltre collaborato con molti artisti di fama mondiale tra cui i violinisti Julian Rachlin, Chloe Hanslip, Henning Kraggerud, Jack Liebeck, Renaud Capuçon e Catherine Leonard e con musicisti del calibro di Adrian Brendel, Natalie Clein, Guy Johnston and the Wihan, Vertavo e col quartetto Vogler.

Come solista e musicista da camera si è esibito al Festival Homecoming di Mosca, al Cork Ireland West Chamber Music Festival e al Vogler Spring Festival, al Perth International Music Festival, al Oxford Chamber Music Festival, al Festival di Elverum in Norvegia, al Festival Internazionale di Leicester, al Sheffield’s Music in the Round, al Worcester Three Choirs Festival e ai festival di Bath, Cheltenham, Chester e Harrogate.

Il suo primo disco come solista presso l'etichetta SOMM con la musica pianistica di Leos Janácek è stato elencato fra le più importanti incisioni dalla The Penguin Good CD Guide, al quale è seguito un disco dedicato alle opere di Poulenc, selezionato come Editor's Choice nell'edizione di giugno 2004 di Gramophone. Un disco dei 13 Notturni di Fauré, per l'etichetta Avie è stato prodotto nel 2008, e la critica gli ha tributato uno straordinario successo.

Insieme a Natalie Clein, ha registrato per la EMI le sonate per pianoforte e violoncello di Brahms, Schubert, Rachmaninoff e Chopin.

Charles Owen è professore presso la Guildhall School of Music and Drama di Londra.

 

Programma della serata:

Franz Schubert

  • Sonatina D384

Leoš Janáček

  • Sonata

Eugène Ysaÿe

  • Sonata op.27 n. 6

Johannes Brahms

  • Sonata op.78

Pablo de Sarasate

  • "Zigeunerweisen"

 

Sezione
2012/2013