19Apr

Quintetto Papageno

Teatro Verdi Trieste
04/19/2017 - 20:30

Mattia Petrilli – Flauto
Nicolas Cock-Vassiliou – Oboe
Dario Mariño Varela – Clarinetto
Giuseppe Russo – Corno
Luca Franceschelli - Fagotto

Nato ai tempi e nella culla dell’Orchestra Mozart di Claudio Abbado, questo giovane quintetto di fiati prosegue la sua attività con lo stesso spirito e gli stessi valori. Un percorso musicale tra Danzi, Francaix e Ligeti.

Programma

Franz Ignaz Danzi
Quintetto in Fa Maggiore Op. 56 n. 3
Andante Sostenuto. Allegro, Andante, Menuetto, Allegretto

György Ligeti
Sei Bagatelle
I. Allegro con spirito, II. Rubato. Lamentoso, III. Allegro grazioso, IV. Presto ruvido, V. Adagio. Mesto, VI. Molto vivace. Capriccioso

Jean Francaix
Quintetto no. 1
Andante tranquillo - Allegro assai, Presto, Tema e variazioni, Tempo di marcia francese 

Giulio Briccialdi
Pot-Pourri Fantastico su temi da “Il Barbiere Di Siviglia” di Gioacchino Rossini
CLICCA QUI PER SCARICARE IL COMUNICATO STAMPA
CLICCA QUI PER SCARICARE LE NOTE DI SALA

Biografia

Provenienti dalle migliori accademie musicali, oggi i membri del Quintetto Papageno possono vantare esperienze professionali nelle maggiori orchestre europee (Lucerne Festival Orchestra, Berliner Philharmoniker, Mahler Chamber Orchestra, London Philharmonic Orchestra, HR Frankfurt, Camerata Bern, Bamberger Shymphoniker, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Konzertausorchester Berlin, Budapest Festival Orchestra, Bergen Philarmonic etc), oltre all’assidua collaborazione con i più noti esponenti del panorama musicale mondiale.
I componenti del Quintetto Papageno si sono incontrati tra le fila di due orchestre fondate da Claudio Abbado: l’Orchestra Mozart e la Gustav Mahler Youth Orchestra. Le comuni esperienze estremamente stimolanti in ambienti musicali di così spiccata eccellenza li ha indotti alla creazione di questo ensemble che ha debuttato nel 2005 al Bologna Festival.
Da allora il quintetto si è esibito in Italia ed in Europa per enti e festival di grande prestigio, come: Società del Quartetto di Milano, Lingotto Musica di Torino, Accademia Filarmonica di Bologna, Stresa Festival, Festival Internazionale di Portogruaro, Unione Musicale di Torino, Orta Festival, Festival Musica sull’Acqua, MITO Settembre Musica, Festival “Artes no Camiño” di Santiago de Compostela, Festival de Lucena etc. Nel 2014 il Quintetto Papageno fa il suo esordio discografico sulla rivista musicale Amadeus: insieme ai quintetti di Carl Nielsen e Paul Taffanel, due capisaldi del repertorio, una rarissima incisione del “Quintetto in sol minore” di Ottorino Respighi.
L’organico dell’ensemble, che nasce come quintetto di fiati, può variare a moduli più ampi a seconda dei progetti proposti, spaziando in una letteratura musicale vastissima, arricchita dalla costante ricerca di repertorio nuovo o poco conosciuto, e dal dialogo stimolante tra musica colta e folklore popolare.
Il Quintetto Papageno si pone da sempre l’obiettivo di interloquire con culture lontane e diverse, con la consapevolezza del potenziale immenso che la Musica detiene al di là delle note scritte sul pentagramma: collabora con l’associazione franco-°©‐ palestinese “Al Kamandjati” per la diffusione della musica nei campi profughi della Palestina e del Libano, e partecipa a un progetto di integrazione sull’isola di Lampedusa.