02Dic

Quartetto Lyskamm, Alessandro Taverna, Simone Rubino

Teatro Verdi Trieste
12/02/2015 - 20:30

Una collaborazione preziosa con il Festival Ullmann, che ha il merito di far riscoprire la civiltà musicale cancellata dalle persecuzioni naziste. Il meglio delle nuove generazioni italiane.

Protagonisti della serata due giovani pluripremiati interpreti, il pianista Alessandro Taverna (fresco reduce dal debutto con la Filarmonica della Scala e D. Harding) e il percussionista Simone Rubino, trionfatore dell’ARD di Monaco, primo italiano nella storia a vincere questo concorso internazionale. Entrambi suoneranno insieme al Quartetto Lyskamm, recentemente vincitore del primo premio al concorso “Possehl Musikpreis 2015”.

In programma il Quartetto no. 2 di P. Haas e il Quintetto per pianoforte e archi op. 44 di R. Schumann. Ma anche E. Schulhoff, I.Xenakis e A.Gerassimez.

La serata è stata realizzata in collaborazione con il Festival Ullmann, realtà dedicata alla “musica concentrazionaria” composta dai deportati nei campi di concentramento e nei ghetti nazisti e alla “musica degenerata”, la musica proibita nella Germania nazista e nell’Italia fascista perché considerata decadente, dannosa e contraria ai canoni razziali imposti dai due regimi.

LINK ALLA NEWS

CLICCA QUI PER SCARICARE LE NOTE DI SALA