13Feb
1492

GIOVANNI SOLLIMA - CARLOTTA MAESTRINI

violoncello - pianoforte

Teatro Lirico G. Verdi Trieste, Riva 3 Novembre 1, Trieste
Lunedì 13 febbraio 2023, ore 20:30

Concerto compreso nell'Abbonamento dellaStagione Concertistica 2022/23

Per informazioni

Associarsi

Abbonamenti

 

SEGRETERIA SDC | ABBONAMENTI & BIGLIETTERIA
Piazzetta Santa Lucia, 1 - Trieste

Tel 040 362408 - info@societadeiconcerti.net

 

PREVENDITA BIGLIETTI ONLINE
La prevendita dei biglietti sarà disponibile dopo il 14 novembre, salvo disponibilità di posti

 

BIGLIETTERIA LA SERA DEL CONCERTO
Dalle ore 19.30 alle ore 20.15 presso il Teatro Lirico G. Verdi

Platea, palchi di Pepiano e di 1° ordine
€ 42,00

1ª Galleria e Palchi di 2° ordine
€ 37,00

2ª Galleria
€ 29,00

Palchi di 3° ordine
€ 28,00

Loggione
€ 24,00

Platea, palchi di Pepiano e di 1° ordine
€ 36,00

1ª Galleria e Palchi di 2° ordine
€ 31,00

2ª Galleria
€ 25,00

Palchi di 3° ordine
€ 24,00

Loggione
€ 20,00

Platea, palchi di Pepiano e di 1° ordine
€ 5,00

1ª Galleria e Palchi di 2° ordine
€ 5,00

2ª Galleria
€ 5,00

Palchi di 3° ordine
€ 5,00

Loggione
€ 5,00

Giovanni Sollima, violoncello
Carlotta Maestrini, pianoforte

Programma

Ludwig van Beethoven (Bonn 1770 - Vienna 1827)
Sonata in sol minore op. 5 n. 2

Giovanni Sollima (Palermo 1962)
Tema III da Il Bell’Antonio

Eliodoro Sollima (Marsala 1926, - Palermo 2000)
Aria (1945)

Deftones 
Passenger (2000)

—— intervallo ——

Giovanni Sollima
Sonata 2050 (2015)

Jakob Ludwig Felix Mendelssohn Bartholdy (Amburgo 1809 - Lipsia 1847)
Sonata in si bem n. 1 op. 45

S.O.A.D. (System Of A Down)
Chop Suey (2001)

Biografia

GIOVANNI SOLLIMA

Giovanni Sollima è un violoncellista di fama internazionale e il compositore italiano più eseguito nel mondo. Collabora con artisti del calibro di Riccardo Muti, Yo-Yo Ma, Ivan Fischer, Viktoria Mullova, Ruggero Raimondi, Mario Brunello, Kathryn Stott, Giuseppe Andaloro, Yuri Bashmet, Katia e Marielle Labeque, Giovanni Antonini, Ottavio Dantone, Patti Smith, Stefano Bollani, Paolo Fresu, Elisa e Antonio Albanese e con orchestre tra cui la Chicago Symphony Orchestra, Liverpool Philharmonic, Royal Concertgebouw Orchestra, Moscow Soloists, Berlin Konzerthausorchester, Australian Chamber Orchestra, Il Giardino Armonico, Cappella Neapolitana, Accademia Bizantina, Budapest Festival Orchestra.
Per il cinema, il teatro, la televisione e la danza ha scritto e interpretato musica per Peter Greenaway, John Turturro, Bob Wilson, Carlos Saura, Marco Tullio Giordana, Alessandro Baricco, Peter Stein, Lasse Gjertsen, Anatolij Vasiliev, Karole Armitage, e Carolyn Carlson.
Si è esibito in alcune delle più importanti sale in tutto il mondo, tra cui la Alice Tully Hall, la Knitting Factory, la Carnegie Hall (New York), la Wigmore Hall, la Queen Elizabeth Hall (Londra), la Salle Gaveau (Parigi), il Teatro alla Scala (Milano), il Ravenna Festival, l’Opera House (Sydney), la Suntory Hall (Tokyo).
Dal 2010 Sollima insegna presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, dove è stato insignito del titolo di Accademico. 
Nel 2012 ha fondato, insieme a Enrico Melozzi, i 100 Cellos
Nel 2015 ha creato a Milano il “logo sonoro” di Expo e inaugurato il nuovo spazio museale della Pietà Rondanini di Michelangelo.
Nel campo della composizione esplora generi diversi avvalendosi di strumenti antichi, orientali, elettrici e di sua invenzione, suonando nel Deserto del Sahara, sott’acqua, o con un violoncello di ghiaccio.
Nel corso del 2020, a causa della pandemia mondiale di Covid-19, le attività concertistiche di Giovanni Sollima hanno subito, per noti motivi, un forte rallentamento. Nei mesi estivi ed autunnali ha comunque avuto modo di apparire per Festival rinomati quali il Classiche Forme di Lecce, il MiTo Settembre Musica di Milano e Torino, il Mittelfest di Cividale del Friuli e per l’Associazione Scarlatti di Napoli. 
Nel corso dell’ultimo anno Giovanni Sollima ha inoltre avuto modo di intensificare la sua attività nel campo della composizione, avendo ricevuto diverse commissioni, tra cui ad esempio “Il Libro della Giungla”, presentato per la prima volta a Kiel nell’autunno 2020.
La sua discografia si è aperta nel 1998 con un CD commissionato da Philip Glass per la propria etichetta Point Music, al quale sono seguiti numerosi album per Sony, Egea e Decca. Giovanni Sollima ha riportato alla luce un violoncellista/compositore del Settecento, Giovanni Battista Costanzi, di cui ha inciso nel corso degli ultimi anni le Sonate e Sinfonie per violoncello e basso continuo per l’etichetta spagnola Glossa. 
Nell’ottobre 2018, alla Cello Biennale di Amsterdam, ha ricevuto il prestigiosissimo riconoscimento Anner Bijlsma Award.
Nei primi mesi del 2021 ha registrato le sei Suite di J.S. Bach, simbolo di un ritorno all’essenza della musica. Questa registrazione è distribuita a partire dal settembre 2021. 
Giovanni Sollima suona un violoncello Francesco Ruggeri (Cremona, 1679).

CARLOTTA MAESTRINI

Carlotta Maestrini, nata a Palermo nel 2005, è allieva di Andrea Lucchesini e frequenta il suo Corso di Alto Perfezionamento presso la Scuola di Musica di Fiesole.
Vincitrice di numerosi premi in diversi Concorsi tra cui G. Campochiaro, Steinway di Verona, Eliodoro Sollima, Premio Abbado, Ibla, ha debuttato a soli nove anni con il Concerto in re maggiore per pianoforte e orchestra di Haydn a Lecce, diretta da Francesco Libetta. Ha suonato al Teatro Bellini di Catania, al Teatro Massimo di Palermo (Concerto K.40 di Mozart), ha inaugurato i 100 Cellos alla RAI diretta da Giovanni Sollima; si è esibita a Martina Franca, a Roma con l’Orchestra Notturna Clandestina per il Rave ed. 2018 e 2019 diretta da Giovanni Sollima e Enrico Melozzi, all’Accademia Filarmonica Romana per “Stupore”, a Terni per la Filarmonica Umbra, a Firenze a Palazzo Pitti, a Empoli per “Fortissimissimo Metropolitano” in collaborazione con gli Amici della Musica di Firenze, a Scandicci in occasione dei quarant’anni di carriera di Andrea Lucchesini, a Milano presso la Basilica di Sant’Ambrogio dove ha eseguito il Concerto K.40 di Mozart con l’Orchestra Coccia di Novara diretta da M. Caldi. Più volte ospite negli Stati Uniti, ha suonato il Concerto di Haydn in re maggiore con l’Orchestra di Greenwich diretta da Tara Simoncic nel 2016, mentre nel gennaio 2019 è stata invitata al Key Biscayne e al Miami Piano Festival. 
Carlotta Maestrini ha ricevuto il Premio “Città dei Talenti” 2018, mentre nel dicembre 2019 la rivista Amadeus, in occasione del trentennale, le ha dedicato uno spazio speciale pubblicando in anteprima download il suo primo CD dal titolo L’Alouette, registrato presso Bartok Studio nel settembre dello stesso anno. Il CD è stato pubblicato nell’ottobre dall’etichetta discografica Movimento Classical. 
In duo con Giovanni Sollima ha suonato alle Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia, al Ridotto dei palchi del Teatro alla Scala di Milano, a Tropea e al Ravenna Festival. 
Sempre con Giovanni Sollima ha inciso un CD, “Untitled”, con musiche di Beethoven, Mendelssohn, E. Sollima e G. Sollima, per Movimento Classical.
Dal 2019 Carlotta Maestrini è sostenuta da Musica con le Ali, associazione che si occupa dei giovani talenti italiani, patrocinata da Carlo Hruby.