20Mar
1495

KELEMEN QUARTETT

quartetto d'archi

Teatro Lirico G. Verdi Trieste, Riva 3 Novembre 1, Trieste
Lunedì 20 marzo 2023, ore 20:30

Concerto compreso nell'Abbonamento dellaStagione Concertistica 2022/23

Per informazioni

Associarsi

Abbonamenti

 

SEGRETERIA SDC | ABBONAMENTI & BIGLIETTERIA
Piazzetta Santa Lucia, 1 - Trieste

Tel 040 362408 - info@societadeiconcerti.net

 

PREVENDITA BIGLIETTI ONLINE
La prevendita dei biglietti sarà disponibile dopo il 14 novembre, salvo disponibilità di posti

 

BIGLIETTERIA LA SERA DEL CONCERTO
Dalle ore 19.30 alle ore 20.15 presso il Teatro Lirico G. Verdi

Platea, palchi di Pepiano e di 1° ordine
€ 36,00

1ª Galleria e Palchi di 2° ordine
€ 31,00

2ª Galleria
€ 26,00

Palchi di 3° ordine
€ 24,00

Loggione
€ 21,00

Platea, palchi di Pepiano e di 1° ordine
€ 31,00

1ª Galleria e Palchi di 2° ordine
€ 26,00

2ª Galleria
€ 22,00

Palchi di 3° ordine
€ 20,00

Loggione
€ 18,00

Platea, palchi di Pepiano e di 1° ordine
€ 5,00

1ª Galleria e Palchi di 2° ordine
€ 5,00

2ª Galleria
€ 5,00

Palchi di 3° ordine
€ 5,00

Loggione
€ 5,00

KELEMEN QUARTETT

Barnabás Kelemen, violino
Jonian Ilias Kadesha, violino
Katalin Kokas, viola
Vashti Hunter, violoncello

Programma

Franz Joseph Haydn (Rohrau 1732 - Vienna 1809)                 
Quartetto in re minore n. 2 “delle quinte” op. 76 

Béla Viktor János Bartók (Sânnicolau Mare 1881 - New York 1945)        
Quartetto n. 3

***

Béla Viktor János Bartók                 
Quartetto n. 4

Biografia

KELEMEN QUARTETT

Il Quartetto Kelemen, fondato a Budapest nel 2009, ha già guadagnato la fama di uno tra i più emozionanti gruppi di musica da camera del mondo e si è esibito in Ungheria, Germania, Austria, Svizzera, Italia, Croazia e Australia.Il Quartetto ha seguito le masterclass di artisti illustri come András Schiff, Günter Pichler, Zoltán Kocsis, Miklós Perényi, Péter Komlos e Gábor Takács-Nagy.
Il suo repertorio comprende attualmente opere di Haydn, Mozart, Mendelssohn, Brahms, Ciaikovskij, Bartók, Ligeti e Kurtág.
Tra gli altri premi vinti: ben tre al VI Concorso Internazionale di Musica da camera di Melbourne: il secondo premio generale del concorso, il premio del Pubblico e il Gran Premio Musica Viva, che ha determinato il tour australiano del 2014.
Nella precedente edizione del Borciani 2011, la rivista Ensemble li ha descritti come “…accesi in un fuoco d’artificio di sentimenti, alle prese con l’emozione nella musica”, evidenziando inoltre il Quartetto Kelemen come “…una delle più grandi scoperte di questa concorso”.
Nella primavera del 2011 in occasione del primo tour americano, il Dallas News ha elogiato il Kelemen Quartet come “il più elettrizzante quartetto d’archi dell’ultimo periodo“, continuando “incline ad un modo estremamente chiaro ed interattivo di fare musica“.
Nel 2014 ha vinto all’unanimità il Premio Borciani di Reggio Emilia.
In queste stagioni sono regolarmente ospiti delle principali stagioni e dei principali festival di tutto il mondo, con importanti debutti alla Wigmore Hall, Carnegie Hall e con tournée in Estremo Oriente, Stati Uniti ed Australia.
Nel giugno del 2016 il Quartetto Kelemen è stato in residenza presso il teatro Valli di Reggio Emilia.
Nella stagione in corso e nella prossima sono ospiti delle maggiori sale da concerto di tutta Europa, con una residenza alla Wigmore Hall di Londra e nell’autunno del 2019 hanno effettuato una lunga tournée italiana con date a Firenze, Genova, Napoli, Bolzano, Messina e Palermo.
I quattro membri del quartetto svolgono anche una intensa attività concertistica e didattica singolarmente e sono docenti in varie accademie in tutta Europa.
Barnabas Kelemen suona un violino "Guarneri" di proprietà dello stato ungherese.