30Nov
1466

Quartetto Stradivari

Teatro Verdi Trieste, Riva 3 Novembre 1, Trieste
Lunedì 30 novembre 2020, ore 20:30

Il concerto è riservato ai Soci della Società dei Concerti.

Per informazioni per diventare Soci seleziona qui

Programma

Hugo Wolf (1860-1903)
Italian Serenade

Giuseppe Verdi (1813-1901)
Quartetto d'archi in Mi minore

Franz Schubert (1797-1828)
Quartetto "Der Tod und das Mädchen" (La morte e la fanciulla)

Biografia

Il quartetto Stradivari è indubbiamente uno degli ensemble più interessanti del momento. Il quartetto si esibisce in circa 40 concerti all’anno in Svizzera e in grandi sale in giro per il mondo, tra cui la Wigmore Hall a Londra, la Philharmonie a Berlino, la Konzerthaus a Vienna, la Elbphilharmonie ad Amburgo, al Metropolitan Museum of Art a New York, la Kioi Hall a Tokyo, la Oriental Hall a Shangai, il Centro Nazionali per le Arti dello Spettacolo e il Centro delle Arti di Seoul.

Il Quartetto Stradivari è stato inoltre invitato ad esibirsi in occasione di numerosi festival, tra cui il Lucerne Festival, il Bad Kissingen Summer Festival, il Rheingau Music Festival, il Rubinstein Piano Festival a Łódź, il Schleswig-Holstein Music Festival e il Stradivari Festival a Cremona.

Il Quartetto Stradivari registra in collaborazione con la RCA Red Seal label dal 2017 e ha pubblicato due CD: uno interpretando i quartetti per archi di Schumann e uno interpretando il quartetto per archi n.15 in Sol maggiore di Schubert e i suoi movimenti per quartetto. Entrambe le incisioni hanno ricevuto le acclamazioni della critica internazionale.

Da quando si è formato nel 2007, il Quartetto Stradivari si è costruito una reputazione internazionale invidiabile grazie ai suoi concerti e grazie alla propria organizzazione di concerti “StradivariFEST”. Il quartetto è sempre rimasto a stretto contatto con il proprio pubblico, che segue sempre molto attivamente gli artisti in modo leale e entusiasta. Tutto questo porta ad un entusiasmo per la musica e la cultura di alto livello a Zurigo, Berlino, Vienna, Amburgo, Cremona e molti altri posti.

Il registro musicale del quartetto è molto vasto, concentrandosi inizialmente sulle composizioni maggiormente rilevanti di un artista per poi solitamente allargarsi su un’intera stagione. Questa particolare concentrazione permette agli artisti di raggiungere un’intensità eccezionale. Durante la stagione 2020/2021, ad esempio, il Quartetto Stradivari sta esplorando le composizioni di Mendelssohn in una serie di concerti intorno al Lago Zurigo. Durante questi concerti diversi lati del compositore viennese vengono esaminate, andando oltre la solita struttura dei quartetti per archi. Anche qui, non si tratta semplicemente di concerti, ma di celebrazioni pensate per unire compositore, artisti e pubblico in un unico soggetto – questo è proprio lo spirito del Quartetto Stradivari e il suo obiettivo di avvicinarsi il più possibile all’inarrivabile ottimale.