Coro del FVG con Chiara Opalio e Alberto Miodini

13/4/2015, ore 20.30

 

  • Coro del FVG
  • Chiara Opalio: pianoforte
  • Alberto Miodini: pianoforte

Coro del Friuli Venezia Giulia

Il Coro del Friuli Venezia Giulia è nato nel 2001 e dopo quattordici anni di attività può annoverare oltre 200 concerti. Caratterizzato dalla gestione modulare del suo organico, composto da molti giovani provenienti da tutta la Regione, che gli consente di passare dal piccolo gruppo ristretto fino ad arrivare al grande coro sinfonico, è una delle realtá musicali piú attive sul piano culturale con all’attivo decine di produzioni, prime assolute e concerti tenuti in tutta Italia ed Europa.

Viene costantemente inserito nei cartelloni dei più prestigiosi teatri e festival. Collabora con rinomati interpreti della musica antica, classica, jazz e pop e numerose orchestre europee: la FVG Mitteleuropa Orchestra (già Sinfonica Regionale), la Capella Savaria in Ungheria, i Solamente Naturali di Bratislava, l’ Orchestra Sinfonica di Pécs, l’Orchestra della Radio Televisione Serba di Belgrado, l’Orchestra della Radio Televisione di Ljubljana, l’Ensemble l’Aura Soave di Cremona, la Junge Philarmonie Wien, la Filarmonica Toscanini di Parma e molte altre. Ha inoltre preso parte, spesso inaugurandole, a stagioni musicali tra cui Carniarmonie, Nei Suoni dei Luoghi, Mittelfest Festival C. Monteverdi di Cremona, Stagione del Comunale di Modena, Musica e Poesia a S. Maurizio di Milano, Amici della Musica di Padova, Soli Deo Gloria di Reggio Emilia, Emilia Romagna Festival, Ravenna Festival, Festival di Ljubljana, Talos Festival di Ruvo di Puglia, Musikverein di Klagenfurt, Stadttheater di Klagenfurt, Wien Musikwoche, Festival Dino Ciani…ecc.

Ha interpretato i più grandi oratori del repertorio barocco, classico e romantico. Ha preso parte a numerosi allestimenti di melodrammi della grande tradizione italiana.

Uno dei progetti più ambiziosi del coro è quello di eseguire, nel corso degli anni, tutte le oltre 200 Cantate Sacre di J.S. Bach e grande risalto ha avuto nella Pasqua del 2012 l’esecuzione a Udine, in tre giorni consecutivi, della Passione secondo Giovanni, della Passione secondo Matteo e della Messa in si minore, sotto la direzione di Filippo Maria Bressan, Andrea Marcon e Paolo Paroni.

Le performances, inoltre, con celebri esponenti del Jazz quali Kenny Wheeler, che ha espressamente scritto per il coro un oratorio, John Surman, John Taylor, Markus Stockhausen, Enrico Rava, Klaus Gesing e Glauco Venier hanno permesso alla compagine di sperimentare nuove forme di espressione. Significative anche le collaborazioni con cantanti quali Mariella Devia e Luisa Castellani, le esperienze pop con Andrea Bocelli, Edoardo De Angelis e Tosca, le performance con il ballerino Kledi Kadiu e con musicisti etnici del calibro di Jivan Gasparyan. E’ stato diretto da oltre quaranta direttori tra cui G. Pehlivanian, H. Moody, P. Marshick, M. Rota, L. Bacalov (premio Oscar, con cui ha recentemente collaborato, sotto la direzione dello stesso, nella Misa Tango e in Estaba La Madre in prima assoluta al teatro di Forlì) C. Coin, A. Scarano.

Dal 2012 ha incominciato una proficua collaborazione con il Maestro Riccardo Muti e il Ravenna Festival.

Degne di nota le collaborazioni e l’amicizia instaurate con il Maestro Gustav Leonhardt, recentemente scomparso, che ha diretto un ciclo di Cantate bachiane portato in tournèe e andato in onda interamente su Rai2. Collabora costantemente con la celebre soprano Emma Kirkby, al fianco della quale è comparso in un documentario inglese della BBC più volte trasmesso in Inghilterra. E’ seguito e preparato dal maestro Cristiano Dell’Oste che in quattordici anni ha potuto contare sulla partecipazione di circa 300 coristi.

Chiara Opalio

Giovane pianista veneta Chiara Opalio è considerata come una delle più interessanti musiciste italiane della sua generazione, attiva sia come solista ormai consolidata che come raffinata camerista.

Gli ultimi più importanti appuntamenti l'hanno vista protagonista come solista con l'Orchestra dell'Arena di Verona con il 3° Concerto di Beethoven sotto la direzione del Maestro Giacomo Sagripanti, con il Concerto di Schumann op. 54 eseguito all'Auditorium Pollini di Padova con l'Orchestra di Padova e del Veneto, con il Concerto n. 1 di Liszt con l' Orchestra del Friuli Venezia Giulia sotto la direzione di Tiziano Severini, ancora Schumann Concerto con l'Orchestra Haydn di Bolzano e Trento sotto la direzione di Daniel Beyer, con il Concerto di Mozart "Jenehomme" K 271 con l'Orchestra Vivaldi al Festival di Morbegno, concerti con l'orchestra al Teatro Comunale di Treviso, recital solistici al Festival MiTo Settembre Musica, Sala Maffeiana di Verona, Teatro Comunale di Vicenza, e un recital a Montecarlo alla presenza del Maestro Gianluigi Gelmetti.

Chiara nell'ottobre 2012 ha debuttato all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia nella Sala Petrassi in un concerto di musica da camera assieme a Leonidas Kavakos.

Chiara si è esibita in concerto da sola per la prima volta quando aveva 4 anni, con l'orchestra quando ne aveva 11, e a 15 ha debuttato a Milano con l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali al Teatro Dal Verme.

I suoi recitals l'hanno portata, già da molto giovane, in molte prestigiose sale da concerto, come l'Accademia Filarmonica Romana, la Fazioli Concert Hall a Sacile, la Sala Puccini al Conservatorio di Milano, il Teatro Olimpico a Vicenza, il Teatro Manzoni a Milano, la Sala dei Giganti a Padova, Herkules Saal a Monaco di Baviera, ottenendo sempre un grande successo da parte del pubblico, ed un notevole riscontro da parte della critica.

Chiara ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali spicca senz'altro la Menzione d'Onore ottenuta a 9 anni come miglior talento del Concorso Pianistico Internazionale Carl Czerny di Praga, altri premi al Concorso Internazionale „Luciano Gante" di Pordenone, al Senigallia, ed il Primo Premio ottenuto quando aveva 16 anni al Concorso Pianistico Internazionale "Stefano Marizza" di Trieste, dove il Maestro Dario De Rosa, pianista del leggendario Trio di Trieste ha motivato il premio "per le eccellenti qualità pianistiche e musicali, di una autentica promessa del pianoforte".

Alberto Miodini

Nato a Parma, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “A.Boito” di Parma diplomandosi in pianoforte sotto la guida di Roberto Cappello; successivamente ha approfondito il repertorio cameristico con il Trio di Trieste e Maureen Jones.
Da vent’anni è il pianista del Trio di Parma, complesso con il quale si è affermato ai Concorsi Internazionali “Vittorio Gui” di Firenze, ARD di Monaco, Melbourne e Lione. Gli è stato inoltre conferito il Premio”Abbiati” della Critica musicale italiana per il 1994. Ha suonato per le più importanti istituzioni musicali in Italia (Accademia di Santa Cecilia di Roma, Amici della Musica di Firenze, Gran Teatro la Fenice di Venezia, Settembre Musica di Torino, Società del Quartetto di Milano...) e all’estero (Filarmonica di Berlino, Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Wigmore Hall di Londra, Konzerthaus di Vienna, Mozarteum di Salisburgo, Filarmonica di San Pietroburgo, Teatro Colon di Buenos Aires, Festival di Lockenhaus, Festival di Lucerna, San Paolo, Mosca, Varsavia, Los Angeles, Washington, Hong Kong,...), collaborando con musicisti quali Vladimir Delman, Hubert Soudant, Anton Nanut, Pavel Vernikov, Bruno Giuranna, Eduard Brunner, Alessandro Carbonare,... Con il Trio di Parma ha inciso l’integrale dei Trii di Brahms, Beethoven, Shostakovich, nonchè un Cd monografico dedicato a Ravel.

All’attività con il Trio affianca quella solistica, suonando in varie città italiane (Milano, Venezia, Padova, Treviso, Palermo...), sia in recital che con importanti orchestre quali l’Orchestra del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo, l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “Arturo Toscanini”, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra di Stato Rumena “D.Lipatti”, ed altre.

E’ docente di pianoforte principale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali di Gallarate e tiene corsi di perfezionamento di pianoforte e musica da camera presso la Scuola Superiore del Trio di Trieste a Duino, la Scuola di Musica di Fiesole e la Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro; ha inoltre effettuato numerose registrazioni radiofoniche e televisive per la Rai, la Bayerische Rundfunk, la NDR di Amburgo, BBC, ABC Classical Australia ed altre emittenti estere.

 

 

Programma della serata:
  • Schumann – Drei Gedichte op. 29 per coro misto e pianoforte
  • Schumann – Ländliches Lied – In Meinem Garten – Zigeunerleben
  • Schumann – Faschingsschwank aus Wien Op.26, per pianoforte
  • Schumann – Beim Abschied zu singen op. 84 per coro misto e pianoforte
  • Brahms – 16 Waltzes Op.39 per pianoforte a quattro mani
  • Brahms – 18 Liebeslieder Waltzes op. 52 per coro e pianoforte a quattro mani

 

Sezione
2014/2015