25Mag
1469

IVANA DAMJANOV

Pianoforte

Teatro Verdi Trieste, Riva 3 Novembre 1, Trieste
Lunedì 25 maggio 2020, ore 20:30

Il concerto è riservato ai Soci della Società dei Concerti. Per informazioni su come diventare soci, seleziona quì

Giovane ed acclamata stella del concertismo internazionale la ventenne pianista serba si cimenta in un recital, realizzato con la collaborazione di Nei Suoni dei Luoghi, il cui programma, secondo la tradizione antica, accosta pagine celeberrime ed amatissime della letteratura pianistica che richiamano alla memoria leggendarie interpretazioni di miti del pianoforte. L’arte eccelsa della trascrizione di Ferruccio Busoni (Bach, Toccata e Fuga in re min.) viene ripresa, in chiusura di programma, da Guido Agosti, allievo di Busoni, con l’Uccello di fuoco stravinskijano. Le due trascrizioni si coniugano, nel concerto di Ivana Damjanov, a due capisaldi del repertorio pianistico: la Sonata “Al chiaro di Luna” di Beethoven e la Seconda sonata di Chopin (quella con la Marcia Funebre), che hanno fatto sognare negli anni sterminate platee di appassionati e neofiti.

Programma

Bach/Busoni
Toccata e Fuga in re min.

Ludwig van Beethoven
Sonata op. 27 n. 2

Fryderyc Chopin
Sonata n. 2 op. 35 in si bem. min.

Stravinskij/Agosti
Suite dall’“Uccello di fuoco”

Biografia

Nata nel 1999 a Zrenjanin (Serbia), Ivana Damjanov ha iniziato a studiare pianoforte all’età di quattro anni con Haupt Klara e successivamente ha studiato con Dijana Bugarski Miskeljin.
Si è diplomata alla Highschool of Music “Josif Marinkovic” della sua città natale e attualmente si sta perfezionando con Milan Miladinovic all’Academy of Music di Novi Sad. Ha partecipato a numerose master class con musicisti di fama internazionale tra cui Kemal Gekić, Natalia Trull, Aleksandar Serdar, Evgeny Starodubtsev, Jacques Rouvier.
Ha vinto vari premi in diversi concorsi nazionali ed internazionali, tra cui il III Memorial “Vojislav Vuckovic” a Belgrado (2007), l’International Piano Competition “Zlatko Grgurevic” a Zagabria (2006, 2014), il Concorso Internazionale “Giovani Talenti – Città di Gorizia” (2007, 2009, 2010), l’International Piano Competition “Nikolai Rubinstein” di Parigi (2008), l’International Piano Competition “Davorin Jenko” a Belgrado (2008, 2016), l’International Piano Competition “Petar Konjovic” a Belgrade (2016), il Concorso Internazionale “Stefano Marizza” a Trieste (2017), l’International Piano Competition “G. Pecar” a Gorizia (2017), il Premio Piano City Renato Sellani a Milano (2018). Ha suonato in qualità di solista e in formazioni cameristiche in teatri e centri culturali a Novi Sad, Zrenjanin, Belgrado, Budapest, Parigi, Vienna e in Romania, Germania, Italia e Malta.